LA FORESTA DELLA LAMA

UN GIOIELLO NATURALISTICO NEL CUORE DEL PARCO

PROSSIME ESCURSIONI ALLA LAMA

  • Al posto giusto al momento giusto: La Lama in autunno - Escursione giornaliera
    Badia Prataglia
    25 ott 2020, 09:30 – 17:30
    Badia Prataglia, 52010 Badia Prataglia AR, Italia
    Non si può dire di aver visitato le Foreste Casentinesi finchè non si vede la Foresta della Lama in autunno!
 

IL TERRITORIO

La Foresta della Lama è senza dubbio uno degli ecosistemi forestali meglio conservati d'Italia. Negli ultimi decenni gli studi naturalistici che hanno interessato questo territorio hanno portato a risultati entusiasmanti: scoperta di sistemi ecologici intatti, nuove specie di funghi e di piante, ritorno di animali considerati estinti... 

La Lama ha una doppia storia parallela. Se da un lato è sempre stato un luogo fortemente vissuto e utilizzato dall'uomo, dall'altro è stato miracolosamente tutelato e preservato intatto dall'opera di alcuni straordinari amministratori del territorio. 

Oggi la Lama si presenta come un pianoro incastonato tra versanti ripidi, ricoperti da meravigliose foreste e chiusi a valle dal lago di Ridracoli. Sul crinale dominano il Monte Penna e la cima di Poggio Scali guardiani discreti di un regno prezioso. 

La zona visitabile della Lama termina contro i confini delle riserve integrali che la abbracciano: Sasso Fratino sul lato Nord-Ovest e Monte Penna a Sud-Est. 

E' un ambiente bucolico ma non facile da comprendere. La cultura umana non è abituata ad apprezzare i territori quasi completamente rinaturalizzati e il rischio di valutare in modo sbagliato i processi naturali è sempre dietro l'angolo.

Alla lama convivono quasi tutte le specie animali e vegetali presenti nel Parco. Situata tra i 600 e i 1200m di quota (circa) ricopre una fascia climatica ideale alla vita di un enorme quantità di specie tipiche di questo ecosistema.

L'accesso non è però semplicissimo ma è proprio grazie all'isolamento che questa foresta ha potuto preservarsi per tutti questi secoli!

Faggio
Faggio

Faggeta
Faggeta

Salamandra pezzata
Salamandra pezzata

Faggio
Faggio

1/22
 
 

COME ARRIVARE

Per visitare la Foresta della Lama si può accedere da Ridracoli (FC), sul versante romagnolo o da Badia Prataglia (AR), sul versante toscano.

A Ridracoli si accede dal paese di Santa Sofia (FC) raggiungibile dall'autostrada A14 uscendo a Forlì e poi seguendo per Meldola - Santa Sofia sulla SP4 ex SS310.

A Badia Prataglia si arriva da Arezzo seguendo per Bibbiena, poi Soci e infine Badia Prataglia sulla SR71. Dal versante adriatico invece si prende la SS3bis E45 e si esce a Bagno di Romagna. Da qui si segue la SR71 del Passo dei Mandrioli fino a raggiungere Badia Prataglia. 

DOVE ALLOGGIARE

Per le strutture ricettive della zona di Ridracoli clicca qui.

A Badia Prataglia sono presenti diversi alberghi e rifugi e un campeggio.

Albergo La Foresta Tel +39 0575 559009 info@albergolaforesta.eu

Pensione Giardino Tel +39 0575 559016

Rifugio Casanova Tel +39 366 584 9069 Casanova@RifugionelCasentino.it

Albergo Bosco Verde Tel +39 0575 559017

Campeggio Capanno Tel +39 366 176 8496

La località di Bagno di Romagna offre inoltre numerosi servizi alberghieri con terme e SPA tra cui Hotel Roseo Euroterme, Hotel Tosco-romagnolo, Terme di sant'Agnese.

Non distante da Badia Prataglia si trovano anche le strutture ricettive di Camaldoli tra cui Albergo Camaldoli, Foresteria del Monastero, Hotel Tre Baroni.