• White Facebook Icon

Stefano Belacchi,

Guida Ambientale Escursionistica (GAE) Associato Aigae.

Iscritto al Registro Italiano delle GAE al N° ER440.

Esercita la professione ai sensi della L.4/2013

P. IVA 04215960404

CAMALDOLI

RISERVA BIOGENETICA NEL PARCO NAZIONALE DELLE FORESTE CASENTINESI

 

IL TERRITORIO

Camaldoli è probabilmente una delle località più famose del Parco Nazionale. La sua fama è certamente meritata dato che furono proprio i monaci camaldolesi a dare inizio a quella cultura di cura del bosco che ha portato alla tutela odierna. 

Oggi la riserva di Camaldoli è nota soprattutto per le merevigliose abetine che si estendono tutto intorno all'eremo ma anche oltre questa imponente cerchia di abeti si estendono foreste di faggio uniche. 

L'eremo di Camaldoli è situato a circa 1100m di quota non lontano dal crinale che divide le due regioni, poco più a valle si trovano il paese e il Monastero.

Tutta l'area è di tutela precedente rispetto al Parco Nazionale, così come per le altre Riserve Naturali Bigenetiche, e conserva un ecosistema splendidamente intatto e diversificato.

Tra gli animali i più diffusi sono anche qui i daini e i cervi, come sempre "affiancati" dai lupi, onnipresenti in tutto il Parco. Come nelle altre zone ben conservate il Picchio nero è presente in gran numero e non è difficile ascoltarne il richiamo se non addirittura vederlo volare tra le cime degli abeti. 

La rete sentieristica è ottimamente mantenuta dall'opera dell'ex corpo forestale che ha proprio a camaldoli una delle stazioni storiche. Anche camaldoli è una tappa obbligata per i tanti pellegrini che percorrono i cammini in direzione sud e una grande attrattiva anche per il turismo giornaliero e l'escursionismo grazie alla celebre farmacia. 

 
 

COME ARRIVARE

Camaldoli è divisa in due diverse località: il paese, dove si trovano il monastero e la farmacia e l'Eremo distanti alcuni km. Tutte le strutture di alloggio si trovano in paese.

Per arrivare a Camaldoli dal versante toscano occorre raggiungere il paese di Poppi sul fondovalle del Casentino. Da qui si segue per Moggiona lungo la SP67 e si prosegue poi fino a Camaldoli. Dal versante adriatico occorre raggiungere prma Badia Prataglia (indicazioni) e poi seguire la segnaletica dedicata. Da Badia Prataglia esiste anche una strada forestale (sterrata per alcuni km) che passando dal crinale permette di raggiungere l'eremo in un tempo molto ridotto. Bisogna tenere conto però che è chiusa durante la stagione invernale. L'accesso è dal campeggio ristorante Capanno.

DOVE ALLOGGIARE

A Camaldoli si trovano due alberghi e la foresteria del monastero. Altre strutture si trovano nella vicina Moggiona e a Badia Prataglia, oppure, scendendo, a Poppi.

Albergo Camaldoli Tel +39 0575 556019

Locanda dei baroni Tel +39 0575 556015

Rifugio Asqua Tel +39 339 5472913 asqua@asqua.it

Hotel i tre baroni Tel +39 0575 5562041 info@itrebaroni.it 

Foresteria del Monastero Tel +39 0575 556012 

Non sono distanti i paesi di Badia Prataglia, Poppi, Bibbiena, Soci e relative frazioni dove è possibile trovare ulteriori alloggi.