• White Facebook Icon

Stefano Belacchi,

Guida Ambientale Escursionistica (GAE) Associato Aigae.

Iscritto al Registro Italiano delle GAE al N° ER440.

Esercita la professione ai sensi della L.4/2013

P. IVA 04215960404

BADIA PRATAGLIA

RISERVA BIOGENETICA NEL PARCO NAZIONALE DELLE FORESTE CASENTINESI

 

IL TERRITORIO

Badia Prataglia è il più popoloso insediamento umano all'interno del Parco. Nei secoli passati è sato un punto di tappa fondamentale per chi attraversava l'Appennino nonché una comunità che ha da sempre saputo gestire al meglio il proprio patrimonio boschivo. Anche oggi è uno snodo cruciale per l'escursionismo nel Parco delle Foreste Casentinesi e, parallelamente, luogo di lavoro per chi ancora vive grazie alle opere di ingegneria e agricoltura forestale. 

I dintorni del paese sono ricoperti da meravigliose faggete e boschi misti di latifoglie. Occasionalmente compaiono abetine coltivate e antichissimi castagneti.

Tra le prime ad essere tutelate, ben prima dell'istituzione del Parco Nazionale, le faggete di Badia Prataglia conservano un partrimonio di biodiversità straordinario. 

Camminare ai piedi di questi altissimi faggi colonnari trasmette un senso di pace e armonia assoluta. Da qui partono e passano alcuni dei più importanti sentieri della zona e moltissimi cammini provenienti dai luoghi più remoti. E' tappa obbligata per i pellegrinaggi verso La Verna, Assisi e Roma e un punto di partenza per le escursioni sul Monte Penna, alla foresta della Lama e nei dintorni della Riserva Integrale di Sasso Fratino. La vicinanza con Camaloli rende poi questo luogo ancora più strategico!

In queste zone si ritrova tutta la flora e la fauna tipiche delle quote medio alte, cervi daini e lupi sono di casa e anche il Picchio nero ha neglio ultimi anni colonizzato abbondantemente queste foreste.

 
 

COME ARRIVARE

A Badia Prataglia si arriva da Arezzo seguendo per Bibbiena, poi Soci e infine Badia Prataglia sulla SR71. Dal versante adriatico invece si prende la SS3bis E45 e si esce a Bagno di Romagna. Da qui si segue la SR71 del Passo dei Mandrioli fino a raggiungere Badia Prataglia.  Da Firenze e da tutta la zona nord tirrenica si segue per Pontassieve, poi Passo della Consuma fino a Stia. Da qui si segue la fondovalle casentinese passando per Pratovecchio e Poppi poi si svolta per Soci e si prosegue fino a Badia Prataglia.

DOVE ALLOGGIARE

A Badia Prataglia sono presenti diversi alberghi e rifugi e un campeggio.

Albergo La Foresta Tel +39 0575 559009 info@albergolaforesta.eu

Pensione Giardino Tel +39 0575 559016

Rifugio Casanova Tel +39 366 584 9069 Casanova@RifugionelCasentino.it

Albergo Bosco Verde Tel +39 0575 559017

Campeggio Capanno Tel +39 366 176 8496

La località di Bagno di Romagna offre inoltre numerosi servizi alberghieri con terme e SPA tra cui Hotel Roseo Euroterme, Hotel Tosco-romagnolo, Terme di sant'Agnese.

Non distante da Badia Prataglia si trovano anche le strutture ricettive di Camaldoli tra cui Albergo Camaldoli, Foresteria del Monastero, Hotel Tre Baroni.

Sempre poco distanti ci sono i paesi di Poppi e Bibbiena (e relative frazioni) nei quali è possibile trovare ogni tipologia di sistemazione.